Il Chiostro

Splendida location nel cuore di Suvereto. Appartamenti e suites ricavate da un ex convento di frati del 1200. Atmosfera toscana.

Pietrasca

Antonio Russo è l’anima, il cuore, le mani dell’azienda agricola Pietrasca, punto di riferimento nella campagna suveretana per la coltivazione di grani antichi come Gentil Rosso e Senator Cappelli, alla base di farine integrali destinate rispettivamente alla panificazione e alla produzione di pasta.  Altro fiore all’occhiello dell’azienda sono i ceci, la “carne dei poveri”,  uno dei legumi più preziosi. Produzione nobile di Pietrasca è un dorato olio EVO. Alberi da frutta, soprattutto ciliegie, e miele completano la ricchezza di un contadino biologico nell’anima.

Olivodoro

La prima “grande opera” di Roberto Catania è stata rigenerare olivi ormai abbandonati per poi mettere su un frantoio dedicato unicamente alle sue olive. Qui la spremitura avviene realmente a freddo (mai oltre 22 gradi) senza filtratura. L’altra passione di Roberto è la lavorazione di frutta e verdura che trasforma in confetture, salse, creme, sott’oli. Leggendari i carciofini ma anche le cipolline Borrettane e di Tropea, le confetture di frutta (una ventina) come pere, pesche, gelsi rossi, uva fragola, nespole, anguria bianca, giuggiole… e le confetture di verdure, ideali da abbinare con i formaggi.

Le Piane del Milia

Oltre 40 ettari coltivati con metodo biologico con un’attenzione verso le pratiche biodinamiche, dove si producono cereali, grani antichi, frutta, ortaggi e un ottimo olio extravergine d’oliva. Carlo e Gabriella sono narratori di un territorio tutto da scoprire anche perché Le Piane del Milia sono un luogo di ospitalità, un agriturismo vero dove si condivide la vita di campagna e la bella sensazione di sentirsi ospiti del pianeta Terra.

Caseificio Deiola

Il piccolo caseificio è una fabbrica di buon gusto che ogni giorno produce formaggi dall’anima semplice e autentica come le mani di Andrea e Francesco. Non solo pecorini tradizionali e una ricotta di gran qualità, ma anche pecorini aromatizzati con pepe, pistacchio, peperoncino e con infusi di zafferano, melissa e origano. Da non perdere i pecorini a pasta morbida, “una genialità nata da un errore”.

Agriturismo Rifugio La Foresta

Appartamenti indipendenti immersi nel Parco di Montioni; accesso per disabili, barbecue e forno a legna.

Agriturismo Valdamone

Gli appartamenti di Nonna Zelinda si trovano all’interno dell’azienda agricola che produce vino e olio EVO. Atmosfera familiare e piscina.

Agriturismo Villa Sara

Casale in pietra con quattro appartamenti e piscina a due passi dal centro storico di Suvereto.

Agriturismo Le Foreste

Tra Monte Calvi e Suvereto in un ambiente di grande pregio naturalistico. Ospitalità familiare e atmosfera toscana.

Agriturismo La Fonte di Vivalda

Casale in pietra tra gli ulivi. Ospitalità in appartamenti indipendenti, piscina e ristorante. Bella location immersi nella campagna toscana.

Agriturismo La Fontanella

Appartamenti, suites, galmping, ristorante e piscina. In azienda produzione di olio, vino, uova e allevamento di Cinta Senese Dop.

Agriturismo Il Palazzotto

Nella pianura, a due passi dal fiume Cornia; ospitalità familiare, prodotti del territorio e cucina di territorio di qualità..

Agriturismo Poggio Grosso

Ospitalità e accoglienza in un casale tipico a poca distanza da Suvereto. Paesaggio meraviglioso e tranquillità.

Agriturismo Il Ghiaccio

Posizione fantastica sulle colline di Prata, immerso nella natura fra boschi e uliveti. Piscina e appartamenti arredati con gusto.

Agriturismo Il Debbione Primo

Tra i vigneti immerso nella campagna in Località Fontanella. Appartamenti indipendenti e piscina.

Agriturismo Garganone

Nel cuore del Parco di Montioni, immersi nella natura. Ospitalità familiare e luogo affascinante.

Agriturismo Florian

Ospiti di Florian nella campagna integra e solitaria di Calzalunga. Tre appartamenti tra vigneti e oliveti.

Agriturismo Casa Battisti

In collina tra gli ulivi immerso nell’atmosfera tranquilla del Parco di Montioni. Appartamenti e piscina.

Agriturismo Alberi e Verde

Ospitalità rurale tra gli olivi della Val di Cornia

Agriturismo Boschi di Montecalvi

Immersi nella natura in magnifica posizione sulle colline tra Suvereto e il monte Calvi. Camere e appartamenti in casali ottocenteschi ben restaurati con piscina.

Agriturismo Poggetto Masino

In azienda si produce un ottimo olio extravergine d’oliva IGP. Benvenuti in uno dei primi agriturismi della zona e accogliente agricampeggio aperti da marzo a ottobre.

La Rocca

La qualità al potere. Pasticceria molto apprezzata: cornetti riempiti al momento. Straordinaria la pasta fresca  fatta in casa (pappardelle, tagliolini e tortelli) con le farine del territorio. Pane e focaccia non deludono mai. Simpatia e gentilezza di Francesco e la mamma.

Vicolo Stretto

Ciccia alla toscana. Crostini della tradizione, tartare e fiorentina di chianina.

Lady

Bar, pizzeria, ristoro veloce, on the road nei pressi della stazione di servizio, ospiti di Manuela; atmosfera casereccia, convivialità, pizza, cucina semplice e tradizionale. Buoni i vini.

Locanda delle Stelle

Cucina di terra e di mare che esprime una discreta creatività ed equilibrio nella composizione di piatti, molto spesso belli da vedere e buoni da gustare. Da provare i tortelli al ragù di cinghiale, l’anatra con fois grois e vino antico, i calamari ripieni su pesto di zucchine, pistacchi e pomodori secchi con corn flakes croccanti e il timballo di grano, porri e cavolo nero con crudo di gambero rosa e bisque di crostacei.

Tenuta La Batistina

Dieci ettari, coltivati con diversi vitigni: in prevalenza Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Petit Verdot, Malbec e a partire dal 2020, dopo accurate analisi ambientali è arrivato anche il Vermentino “Colle di Donna” che rende omaggio alle donne dell’azienda che insieme a Irene e Margherita compongono e rappresentano gran parte della squadra che ogni giorno si impegna a migliorare qualità e convivialità all’interno della Tenuta

Tua Rita

L’equilibrio tra le origini e uno sviluppo consapevole e sostenibile dell’azienda è l’elemento che ha sempre protetto l’autenticità di questo luogo. Redigaffi è una firma importante nel mondo vinicolo internazionale ma in cantina e nei vigneti si sente la semplicità e la ricchezza del piccolo mondo contadino suveretano, sempre aperto verso grandi orizzonti.

Terradonnà

Qui il vino è l’anello di congiunzione fra il territorio e le persone, svela il lato umano di Suvereto e della sua gente. I racconti di Mauro, Michele e Annalisa scolpiscono parole fresche, gesti spontanei, concetti chiari: “l’autenticità dei nostri vini si fonda sulle radici della tradizione ma trae linfa vitale da una visione dinamica dove la tecnologia è l’elemento che esalta i valori della nostra storia.

Tenuta Casadei

Percorso esperienziale in equilibrio tra l’essenza della natura e le mani dell’uomo, nel segno di etica, estetica e biodiversità. Non solo cantina e vigneti ma il giardino delle farfalle, l’orto simbolo di autonomia alimentare, nutrizione al ritmo delle stagioni e trattamenti biodinamici. L’osservazione inizia dal “Cannocchiale”, parallelepipedo di pietra affacciato sulla tenuta e il territorio suveretano.

Renis

Emozioni e niente altro. Simone e Roberta hanno scelto questo lembo di terra selvaggio a cavallo fra le colline del metallo e la lucente Val di Cornia. Prata è un luogo magico per pensare liberamente e ricercare la bellezza. Renis è un vino che racconta l’anima di questo luogo: cambia anno per anno, esprime una forte identità e racconta un’elegante passione.

Petricci e Del Pianta

Chi si ferma qui sente il calore e la genuinità dell’essere suveretani.  Azienda familiare che produce il vino con passione e attenzione. Dopo Marilena il grande amore di Pietro è il Sangiovese, “uvaggio generoso non facile da vinificare perché non matura con uniformità”. Gli amanti dei passiti trovano qui due perle: Stillo e Stilloro prodotti rispettivamente con Aleatico e Ansonica.

Cantina Petra

Cantina disegnata da Mario Botta che  traduce lo spirito del progetto di Francesca e Vittorio Moretti. L’architetto svizzero lo definisce “un disegno razionale che evidenzia la misura, la bellezza, la profondità del paesaggio”. Petra è una cattedrale dove luci, penombre e silenzi dissolvono ogni riferimento temporale e conferiscono allo spazio la solennità di un luogo dove si celebra l’incontro tra l’operosità dell’uomo con la natura.

La Fralluca

È la creazione di Luca e Francesca, vignaioli ispirati. “Non ci pieghiamo a logiche imposte dal mercato o da esigenze di etichetta e perseguiamo un fine etico, dalla produzione alla comunicazione”. La terra di Barbiconi è all’origine di un vino dal carattere forte, mai convenzionale, elegante nel portamento e nell'anima.

La Bulichella

Un sogno che arriva da lontano: ventimila chilometri su una Yamaguchi 125 a due tempi, dal Giappone all’Italia. Miyakawa Hideyuki vedeva bene dove stava andando il mondo. Per lui il territorio è sempre stato un valore da curare, più che da sfruttare. Negli anni ’80 La Bulichella era un’azienda visionaria e un agriturismo autentico che tuttora mantiene una forte identità. Prodotti dell’orto, olio extravergine d’oliva ma soprattutto vino biologico di grande qualità.

Il Falcone

Qui si fa vino da due secoli e dal 1911 è indissolubilmente legata alla famiglia Petri e ha l’identità di “un atto d’amore” di Rosa e Agostino, nonni di Paola e Rosa, sorelle che oggi insieme a Vittorio e Paolo sono cuore, mente e mani dell’azienda che produce anche olio EVO e offre ospitalità in antichi casali in pietra.

Flavio Rabitti

Un ettaro di vigna e mezzo di oliveto, un piccolo mondo antico con filari di ulivi maritati con le viti. Un matrimonio d’altri tempi che racconta il senso della biodiversità. Qui a Calzalunga la sorella di Napoleone Elisa Bonaparte, principessa di Lucca e Piombino impiantò a inizio ‘800 vigneti sperimentali. A lei piaceva il Cabernet Sauvignon tagliato col Sangiovese”. PerElisa è il  vino che racconta questa storia.

Azienda agricola Carlini

La passione del vino ha segnato le scelte importanti della famiglia Carlini. Da questi vigneti Lorenzo crea bianchi lucenti come Vermentino, qui particolarmente buono, e Viognier, inizialmente pensato per tagliare il Vermentino, poi prodotto in purezza. Tra i vitigni preferiti di Lorenzo ci sono il Prugnolo e Sangiovese.

Museo artistico della Bambola

Viaggio nel sorprendente mondo della bambola grazie alla preziosa collezione donata da Maria Micaelli, importante testimonianza di valore storico e artistico che va dalla ricerca dei materiali e alle tecniche costruttive dalla fine del XIX a oggi. Dai Bamboli Sardi alle bambole di Casa Lenci con Violetta ispirata alla Traviata di Verdi, alle bambole artistiche dipinte da Eugen.

Fonte degli Angeli

Per secoli è stato il luogo dove i suveretani si incontravano per abbeverare il bestiame, dissetarsi o fare scorte d’acqua; transumanti, contadini, pellegrini, barrocciai e postini si fermavano in questa area di sosta ante litteram restaurata nel 1582 dal principe di Piombino, Jacopo VI di Appiano: sussurri, confidenze, notizie. Se gli angeli della fonte potessero parlare… quante storie!

Chiesa della Madonna di sopra la Porta

Correva il 1767 quando Suvereto stava per soccombere alla forza devastante di un’alluvione. Improvvisamente e inspiegabilmente, se non grazie a un miracolo, la Porta di sotto si aprì verso l’interno sfidando la forza delle acque che defluirono verso il fondovalle salvando i suveretani. La chiesa fu costruita nel 1772 su una precedente cappella del 1480 per proteggere il quadro raffigurante la Madonna con Bambino, effige miracolosa, oggi posto al centro dell’altare.

Chiesa di San Giusto

La bellezza di Suvereto inizia fuori le mura e la facciata della chiesa di San Giusto regala le forme essenziali dello stile romanico-pisano. Il portale d’ingresso è “abbracciato” da ciclopici conci marmorei che riflettono la chiara luce orientale. Nata su una preesistente costruzione paleocristiana è stata completata nel 1189 dai maestri Barone Amico e Bono di Calci. Molto belli il fonte battesimale del XII secolo e l’organo settecentesco a canne opera di Domenico Francesco Mazzoni.

Convento e Chiostro di San Francesco

Qui si respira la storia e il chiostro sembra proteggere l’intimità delle vicende suveretane. Cinque arcate caratterizzano i quattro lati che si affacciano sulla corte a pianta quadrata. La chiesa di San Francesco oggi è una casa vacanze e l’antico convento ospita abitazioni private.  Nel 1313 qui “fue cotto” il corpo dell’imperatore romano Arrigo VII di Lussemburgo per evitare la decomposizione durante il viaggio tra Buonconvento, dove morì, a Pisa, luogo della sepoltura.

Rocca Aldobrandesca e museo

Quasi mille anni di storia per questo baluardo fortificato che rappresenta la forza, l’anima, il cuore, l’identità di Suvereto. Luogo iconico dominante e accogliente allo stesso tempo che affonda le radici nel XII secolo. Il museo che ospita all’interno trasforma la memoria in una realtà dinamica: un viaggio nelle vicende che raccontano Suvereto come luogo aperto a scambi e contaminazioni, dalla Charta Libertatis, alle innovazioni legate alla figura virtuosa di Elisa Bonaparte, alle migrazioni dei transumanti.

La Foresta

Trattoria e bar on the road all’ingresso del Parco di Montioni. Atmosfera toscana e cucina tradizionale con re cinghiale sempre presente. Talvolta anche famigliole di cinghiali in presenza nei dintorni della trattoria.

Affittacamere Tre Querce

Casale in campagna tra gli ulivi, ospiti di Katrin con i suoi cani, gatti e asini; a due passi dal Parco di Montioni.

Agriturismo Poggio al Turco

Agriturismo a conduzione familiare nei pressi del Parco di Montioni in zona collinare. Appartamenti indipendenti e luoghi comuni come il padiglione per condividere momenti di convivialità immersi nella campagna.

Agriturismo Casa Vecchia

Ospitalità rurale in un casale ideale per famiglie e amanti della tranquillità. Appartamenti in stile toscano, giardino e barbecue. L’azienda agricola (20 ettari) produce olio e vino; si coltivano inoltre cereali, frutta e ortaggi.

Le Corti di Montepitti

Residence con villette e appartamenti indipendenti e piscina. Sulla strada tra Suvereto e Venturina.